Come fare un Redirect 301 corretto

Vediamo in questo articolo come eseguire in modo semplice e veloce un Redirect 301 per un sito WordPress tramite Htaccess.

Perchè si fa?

Cosa succede quando, per qualsiasi ragione, viene cambiato l’url di una pagina, un elemento o un post? Nulla di buono. I motori di ricerca (ad esempio Google) non saranno in grado di riconoscere la pagina che è stata spostata, ma continuerà ad indicizzare per un certo lasso di tempo i risultati relativi sulla SERP. Questo significa che molti utenti andranno a cliccare su risultati che non puntano da nessuna parte, risultando in un errore 404. In questo modo tutti i link ed il traffico faticosamente costruito in mesi o anni di lavoro sparirà. 

Inoltre, ancora più grave, Google andrà ad assegnare una valutazione negativa al nostro sito ed i nostri contenuti, penalizzando il nostro posizionamento. E proprio questo non vogliamo che accada!

Sicuramente avere un sito web che carichi in meno di 1 secondo e lavorare costantemente per garantire una sicurezza web sul proprio portale sono sicuramente aspetti fondamentali, ma non dimenticare che Google valuta il tuo prodotto in base all’usabilità, la leggibilità e la qualità del contenuto per l’utenza. Ecco perchè avere i Redirect corretti è di fondamentale importanza. 

Vuoi che ce ne occupiamo noi?

In Fuel Lab Studio gestire i Redirect è una prassi quasi quotidiana. Tra i nostri siti web e pagine di destinazione ed i prodotti che gestiamo per i nostri clienti, gestiamo più di 150 redirect a settimana. La procedura è veloce ed i costi sono molto contenuti. Contattaci per saperne di più! 

Cos’è un Redirect 301?

In parole povere, un Redirect 301 dice al motore di ricerca (e più precisamente, ai suoi “robot”) che la pagina che stanno cercando di caricare è stata trasferita ad una nuova destinazione, e che dovrebbero recarsi presso questo nuovo indirizzo.

Esistono tanti tipi diversi di Redirect, ma il 301 è il più utile nella maggior parte dei casi per un sito WordPress. Il Redirect 301 comunica che la pagina è stata spostata in modo permanente. Questa informazione è di poco interesse per un essere umano ma è fondamentale per il motore di ricerca.

Sapendo che la pagina è stata spostata permanentemente, il motore di ricerca saprà che dovrà tentare di indicizzare il nuovo risultato approssimativamente alla stessa altezza della pagina precedente.

In altre parole, se volete mantenere il Page Rank rispetto alla pagina in oggetto, dovete attenervi scrupolosamente ai Redirect 301.

Quando usare un Redirect 301?

Tipicamente, queste sono le situazioni in cui un Redirect 301 è richiesto:

  • Hai cambiato l’url di un singolo post o di una pagina. Se cambi l’url di una pagina o un post, devi far si che tutti i link pre esitenti che stiano puntando a quella pagina, traghettino il traffico a quella nuova.

 

  • Vuoi unire più post in un post unico. Diciamo che hai tre post che parlano più o meno dello stesso argomento, e che strategicamente tu voglia unirli in un Macro argomento. Facendo un Redirect 301 dei vecchi post, farai in modo che tutti i vecchi risultati puntino al tuo nuovo articolo.

 

  • Hai cambiato il tuo nome dominio. Se hai cambiato nome dominio, pur mantenendo la stessa struttura del sito ed il suo contenuto, è assolutamente necessario realizzare i necessari Redirect 301.

 

Come si fa un Redirect 301?

Finalmente, eccoci giunti alla parte pratica.

Passo 1 – Trova il tuo .htaccess

Per prima cosa, devi trovare il tuo .htaccess . Si tratta di un file che rappresenta la configurazione per il tuo server di web hosting. Di conseguenza, per localizzarlo e modificarlo, dovrai accedere tramite FTP o File Manager al tuo server. Se non sai come farlo, il tuo Hosting Provider dovrebbe poterlo fare per te in pochi minuti.

Troverai l’.htacces nella cartella alla base dell’albero del tuo sito WordPress, la stessa che contiene files come wp-config.php e le cartelle wp-content e wp-admin.

Una volta trovato, scaricalo sul tuo computer per le necessarie modifiche.

Passo 2 – Fai un Backup del file

I backup, per qualche strana ragione, sono sempre trascurati e ritenuti una seccatura da poco conto, fino a quando qualcosa non va storto. Sii prudente, sempre, soprattutto se non sei un esperto.

Per fare un backup del tuo .htaccess, semplicemente duplicalo dopo averlo scarico, e conservane una copia intonsa come backup.

Passo 3 – Aggiungi i Redirect 301

Apri il tuo file .htaccess usando un semplice Editor di testo. Su Mac, TextEdit andrà benissimo. Su Windows, puoi usare Notepad. Naturalmente, esistono molti programmi anche freeware molto più indicati per la codifica dei file, come sublime, ma se non sei un esperto e vuoi risolvere alla svelta, procedi pure con un editor di testo classico.

Se usi i pretty permalinks, dovresti vedere una cosa come questa:

 

 

 

 

 

 

questa è la struttura base di come WordPress gestisce i permalink. Altri plugin, da quelli di caching o di sicurezza potrebbero aggiungere molto altro codice, quindi niente panico se oltre a questo vedi molte altre stringhe. 

Per realizzare i tuoi Redirect, devi aggiungere il codice di riferimento a questo file.

Reindirizzare una singola pagina o post

 

Redirect 301 /vecchio-url https://dominio.com/nuovo-url

dove /vecchio-url è solo la parte che trovi dopo  dominio.com , mentre per quanto riguarda il nuovo url, devi scrivere l’intera estensione di dominio.

Per fare un esempio, per fare un Redirect 301 di www.fuellabstudio.com/i-redirect-301 a www.fuellabstudio.com/come-fare-un-redirect-301-corretto , faremmo così:

Redirect 301 /i-redirect-301 https://www.fuellabstudio.com/come-fare-un-redirect-301-corretto

 

Reindirizzare un sito web intero ad un nuovo dominio

RewriteEngine on
RewriteCond %{HTTP_HOST} ^vecchiodominio.com [NC,OR]
RewriteCond %{HTTP_HOST} ^www.vecchiodominio.com [NC]
RewriteRule ^(.*)$ https://nuovodominio.com/$1 [L,R=301,NC]

Dove vecchiodominio.com rappresenta il tuo dominio precedente ed originale, e nuovodominio.com rappresenta invece il nuovo dominio di destinazione. 

Questo tipo di Redirect conserverà la struttura dei tuoi link, in questo modo www.vecchiodominio.com/prodotti rimanderà automaticamente a www.nuovodominio.com/prodotti .

Esistono anche dei Plugin di WordPress dedicati a fare questo lavoro per te, ma ricorda una cosa importante: WordPress offre funzonalità intuitive e semplici ed ha rivoluzionato il modo in cui anche utenti non molto esperti possono realizzare un sito web; tuttavia, perchè un sito web sia performante, veloce a caricare, facile da indicizzare (ed ergo abbia un senso d’esistere), è necessario ridurre il numero di plugin, script e temi all’osso. 

Inoltre, più plugin utilizzeremo sul nostro sito WordPress, più possibili porte a disposizione lasceremo alle minacce web che infestano la rete, rendendo così il nostro sito più vulnerabile e più difficile da mantenere sicuro

In conclusione

I Redirect 301 sono fondamentali per assicurarsi che i Motori di Ricerca non penalizzino la tua SEO in situazioni come quelle elencate in questo articolo. Miraccomando, controlla con Google Search Console che non ci siano errori di indicizzazione per il tuo sito, e se tutto sta diventando troppo complicato, sentiti libero di richiederci una consulenza. Siamo qui apposta!

Buona navigazione, e buon lavoro!

 

Ottieni il tuo sconto del 10%

Dimostra che sei umano inserendo il tuo indirizzo email. Questo è importante perchè lo useremo per validare il tuo utilizzo del Coupon al momento dell'acquisto di un corso.

Ecco il tuo codice sconto da utilizzare su corsi.fuellabstudio.com : EARLYBIRD-FL2020-AK57&%

Rimani aggiornato sul Precision Digital Marketing

Non manderemo mai più di una email al mese, e saranno sempre incentrate su importanti novità per mantenere la tua attività online efficiente ed in linea con le normative e le best practices, e qualche offerta stagionale del nostro studio. 

Ok, abbiamo i tuoi dati in custodia e li useremo solo per gli scopi che già conosci.